HOME
AZIENDA
presentazione
galleria foto
qualità
STRUTTURA
organigramma
uff. tecnico
uff. amministrativo
PRODOTTI
prodotti solari
CARTINA
CONTATTI
NEWS
AREA DOWNLOAD
News
SOLCOMPACT 300 - Nuovo sistema solare termico compatto
SOLCOMPACT 300 - Nuovo sistema solare termico compattoSOLCOMPACT 300 - Nuovo sistema solare termico compatto per una più semplice e veloce installazione. Il circuito idraulico pannello solare / bollitore non richiede installazione di valvole di sicurezza, valvole di sfiato, valvole di carico, pompa di ricarico impianto occorrente ad ogni anomalia si dovesse verificare, esempio temporali, interruzione energia elettrica, interruzione di utilizzo per vacanze estive. Non si richiedono linee per collegamenti di sonde ed altro, pertanto non ci sono impianti elettrici da installare. Il sistema è completamente autonomo; finito il collegamento idraulico pannelli solari / bollitore, riempito il vaso di espansione di acqua con un semplice contenitore di plastica, inserita la spina nella presa di corrente e regolata la centralina elettronica, l’impianto si avvia automaticamente senza ausilio di altri interventi. L'unica verifica da fare una volta all’anno è il controllo di livello dell’acqua nel vaso di espansione che si trova a portata di mano dell’utente. (Brevetto internazionale) Quando l'impianto è in contropendenza occorre aggiungere glicole. Per maggiori informazioni consultare la sezione del sito "Prodotti solari" --> "SolCompact 300". ... CONTINUA >>>
NUOVO SCAMBIO SUL POSTO 2009
NUOVO SCAMBIO SUL POSTO 2009Lo scambio sul posto, disciplinato dalla Deliberazione ARG/elt 74/08, Allegato A – Testo integrato dello scambio sul posto (TISP) –, definisce una nuova regolamentazione del meccanismo che consente, in generale, di immettere in rete l’energia elettrica prodotta ma non immediatamente autoconsumata, per poi prelevarla in un momento successivo per soddisfare i propri consumi. Il servizio di scambio sul posto sarà regolato su base economica dal GSE in forma di contributo associato alla valorizzazione a prezzi di mercato dell’energia scambiata con la rete. La disciplina si applica dal 1° gennaio 2009 ai soggetti richiedenti che abbiano la disponibilità o la titolarità di: • impianti di produzione da cogenerazione ad alto rendimento con potenza fino a 200 kW; • impianti di produzione da fonti rinnovabili fino a 20 kW (tra i quali rientrano gli impianti di produzione fotovoltaici). La Finanziaria 2008 ha esteso a 200 kW la potenza massima fino a cui gli impianti alimentati a fonti rinnovabili potranno accedere allo scambio sul posto. Tale norma è diventata operativa dopo la pubblicazione del decreto attuativo del 18 dicembre 2008 e della relativa delibera (ARG/elt 1/09) che hanno ridefinito le regole e le modalità per usufruire di questo servizio. Gli impianti entrati in esercizio a partire dal 1° gennaio 2008 possono accedere al servizio di scambio sul posto nel limite massimo di 200 kW. Il GSE riconosce un contributo, a favore dell’utente dello scambio, che si configura come ristoro di una parte degli oneri sostenuti per il prelievo di energia elettrica dalla rete. Ai fini del calcolo del contributo, da determinarsi su base annuale solare, viene presa in considerazione: • la quantità di energia elettrica scambiata con la rete (l’ammontare minimo tra energia immessa e prelevata dalla rete nel periodo di riferimento); • il controvalore in Euro dell’energia elettrica immessa in rete; • il valore in Euro dell’onere di prelievo sostenuto per l’approvvigionamento dell’energia prelevata dalla rete, suddiviso in onere energia e onere servizi. In particolare il contributo erogato dal GSE all’utente dello scambio, prevede: • il ristoro dell’onere servizi limitatamente all’energia scambiata con la rete; • il riconoscimento del valore minimo tra l’onere energia e il controvalore in Euro dell’energia elettrica immessa in rete. Nel caso in cui il controvalore dell’energia immessa in rete risultasse superiore all’onere energia sostenuto dall’utente dello scambio, il saldo relativo viene registrato a credito dell’utente medesimo che potrà utilizzarlo per compensare l’onere energia degli anni successivi. I produttori che intendano aderire al nuovo regime di scambio sul posto devono presentare apposita istanza al GSE e, per conoscenza, all’impresa di vendita con la quale regolano contrattualmente i prelievi di energia elettrica. Ai fini della presentazione dell’istanza e per le successive fasi di gestione tecnica, economica e amministrativa dello scambio sul posto, deve essere utilizzato il portale informatico messo a disposizione dal GSE a tutti i produttori (Utenti dello scambio). In particolare, l’Utente dello scambio che intenda aderire al regime dovrà accedere al sito internet del GSE, area Scambio sul posto, e seguire la procedura guidata di registrazione che prevede l’invio di informazioni tecniche, commerciali, amministrative necessarie ai fini dell’istanza e della successiva convenzione. E’ possibile proporre istanza se vi è coincidenza tra il titolare dell’impianto (Utente dello scambio) e il soggetto titolare del contratto di acquisto dell’energia elettrica prelevata e, inoltre, se le immissioni e il prelievo di energia elettrica avvengano sullo stesso punto di scambio con la rete elettrica. Il contributo in conto scambio sarà calcolato dal GSE trimestralmente in acconto e corrisposto quando l’importo superi una soglia minima definita dal GSE. Su base annuale sarà calcolato e corrisposto il conguaglio del contributo in conto scambio maturato in corso d’anno. Il sistema predisposto dal GSE prevede che la regolazione di ogni aspetto del rapporto avvenga esclusivamente per via informatica per cui anche l’emissione delle eventuali fatture o delle note di pagamento, avverrà unicamente attraverso il portale web a disposizione dei singoli Utenti dello scambio. Il GSE, entro 30 giorni successivi al termine del trimestre in cui è avvenuta la stipula della convenzione per lo scambio sul posto, erogherà un contributo pari a 50 euro per ogni kW di potenza dell’impianto. In generale il servizio di scambio sul posto produce un vantaggio maggiore per l’Utente dello scambio qualora, su base annua, la valorizzazione dell’energia elettrica immessa in rete compensi totalmente l’onere energia associato ai quantitativi di energia elettrica prelevata dalla rete; inoltre, per la totalità dell’energia elettrica scambiata con la rete, l’Utente dello scambio vedrà ristorati dal GSE i costi che ha sostenuto per l’utilizzo della rete in termini di servizi di trasporto, di dispacciamento e, per i soli utenti titolari di impianti alimentati da fonti rinnovabili, degli oneri generali di sistema. fonte: Guida al Conto Energia 2009 ... CONTINUA >>>
FIERA NAZIONALE DELLA MECCANIZZAZIONE AGRICOLA
FIERA NAZIONALE DELLA MECCANIZZAZIONE AGRICOLALa ditta Fea S.r.l. sarà presente tra gli espositori della Fiera Nazionale della Meccanizzazione Agricola ed invita tutti gli interessati a visitare lo stand per poter valutare l’impianto più congeniale alle vostre esigenze. L’Ente Manifestazioni sta organizzando la 28° Fiera Nazionale della Meccanizzazione Agricola che si terrà a Savigliano dal 20 al 22 marzo 2009. La Fiera saviglianese sta acquisendo negli anni sempre più rilevanza e qualità tanto da essere riconosciuta come la più grande Fiera Agricola del Nord-Ovest d’Italia con 340 espositori dislocati in 900 stand provenienti dalle province di Cuneo, Torino, Alessandria, Arezzo, Asti, Bari, Benevento, Bergamo, Bologna, Bolzano, Brescia, Brindisi, Forlì, Cesena, Lodi, Mantova, Milano, Modena, Pavia, Piacenza, Ravenna, Reggio Emilia, Rimini, Roma, Udine, Varese, Vercelli, Verona, Vicenza e 80 mila visitatori di cui la maggior parte imprenditori agricoli provenienti da tutto il Piemonte e dalle zone limitrofi. Per la 28° edizione si stanno apportando innovazioni e modifiche per rendere sempre più la manifestazione un appuntamento strategico per il settore. In primo luogo, sicuramente, l’ampliamento dello spazio espositivo che passa da 38 mila mq a 45 mila mq che darà l’opportunità a nuove ditte di entrare a far parte degli espositori, viste le tante richieste che ogni anno l’organizzazione doveva purtroppo scartare. Inoltre, l’Ente organizzatore della Fiera dedicherà un’attenzione particolare all’argomento delle energie rinnovabili, alternative, della bioedilizia e delle soluzioni ecologiche, allestendo un’apposita area coperta per accogliere le ditte che commercializzano prodotti inerenti il settore del risparmio energetico e soluzioni ecologiche. Nell’ ambito della Fiera della Meccanizzazione Agricola nasce l’Area Eco Tech un nuovo padiglione dedicato alle energie rinnovabili, all’efficienza energetica, alle soluzioni ecologiche. Il forte interesse del settore, ha spinto gli organizzatori della manifestazione a dedicare un’attenzione particolare all’argomento, con l’allestimento di uno spazio coperto denominato Area Eco Tech destinata ad accogliere le aziende che operano nel settore del risparmio energetico, delle energie alternative e rinnovabili e delle soluzioni ecologiche. La nuova eccezionale vetrina aperta sul mondo agricolo, costituisce un’autentica opportunità per i produttori di componenti e tecnologie rinnovabili ed efficienti e per le aziende che operano nella realizzazione di impianti e servizi in questi settori d’avanguardia. da sito internet www.fierameccanizzazioneagricola.it ... CONTINUA >>>
NUOVI PANNELLI IN RAME !
NUOVI PANNELLI IN RAME !La ditta Fea S.r.l presenta la sua ultima novità in materia di pannelli solari termici. Costruiti in forma trapezoidale con cassone in rame e piastra assorbente in acciaio inox con trattamento selettivo, permettono di poter seguire perfettamente il profilo della falda poiché realizzati su misura nella nostra officina dove da più di trent’ anni prendono vita tutti i nostri prodotti relativi al settore solare. Peculiarità del cassone in rame, è di permettere un’ ottima integrazione con la lattoneria idraulica già presente sull’edificio sovente realizzata nel sopraccitato materiale. ... CONTINUA >>>
SUCCESSO ALLA FIERA DI SALUZZO !
SUCCESSO ALLA FIERA DI SALUZZO !Notevole interesse da parte dei visitatori che sono accorsi numerosi alla Fiera Della Meccanizzazione Agricola, tenutasi da sabato 6 settembre a lunedì 8 Settembre. Numerose le novità presenti anche nel panorama del solare termico e fotovoltaico. La ditta Fea presenziava con all'interno del suo stand, un prototipo funzionante di impianto ad isola fotovoltaico. Questo sistema, presentato dal Dott. Enrico Martoglio insieme al titolare Antonio Fea, trova un'applicazione in campo agrario poichè dimensionato per permettere l'irrigazione di una giornata piemontese coltivata a kiwi dotata dell' attuale sistema ad ala gocciolante. Questo tipo di impianto, ovviamente può venire dimensionato in base ad ogni specifica richiesta, legata al fatto che si deve tenere conto della profondità a cui l'acqua viene prelevata. Oltre al fotovoltaico, erano presenti i tre prodotti più di spicco relativi al solare termico, tra cui il brevettato ELIOINOX completamente realizzato in acciaio inox a garanzia illimitata. ... CONTINUA >>>
RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA
RIQUALIFICAZIONE ENERGETICANovità dall’agenzia dell’ entrate : E’ possibile detrarre anche nel caso di ristrutturazione in corso Nei lavori di ristrutturazione, previsti ed in fase di realizzazione, è possibile beneficiare della detrazione IRPEF per la riqualificazione energetica dell’edificio pari ad una detrazione dell’ imposta lorda del 55 % della spesa rimasta da sostenere. Riportiamo di seguito, quanto precisato dall’agenzia delle entrate in risposta ad un caso concreto in cui un contribuente proprietario di un’immobile in fase di ristrutturazione non ancora ultimata, richiedeva di poter beneficiare della detrazione del 55 % della spesa di climatizzazione invernale rimasta a proprio carico. Risposta dall’agenzia dell’ entrate L'art. 1, comma 344 della Legge n. 296/2006 prevede una detrazione dall'imposta lorda pari al 55 per cento, per un valore massimo di 100.000 euro, delle spese relative ad interventi di riqualificazione energetica di edifici esistenti, "che conseguono un valore limite di fabbisogno di energia primaria annuo per la climatizzazione invernale inferiore di almeno il 20 per cento rispetto ai valori riportati nell'allegato C, numero 1), tabella 1, annesso al decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192" (tabella riportata nell'allegato C del D.I. 19 febbraio 2007). La suddetta detrazione, inizialmente ripartibile in tre quote annuali di pari importo e riferibile alle spese sostenute entro il 31 dicembre 2007, è stata estesa, ad opera dei commi 20 e 24 dell'art. 1 della Legge 244/2007, anche alle spese sostenute entro il 31 dicembre 2010. Per le spese sostenute a decorrere dal 2008 è possibile ripartire la detrazione " in un numero di quote annuali di pari importo non inferiore a tre e non superiore a dieci, a scelta irrevocabile del contribuente, operata all'atto della prima detrazione". In riferimento al quesito proposto si fa presente che l'art. 2 del Decreto Interministeriale 7 aprile 2008 modificando l’art. 2, comma 3, del Decreto del Ministro dello sviluppo economico e del Ministro dell'economia e delle finanze del 19 febbraio 2007 ha previsto che, qualora gli interventi finalizzati al risparmio energetico consistano "nella mera prosecuzione di interventi appartenenti alla stessa categoria effettuati sullo stesso immobile a partire dal periodo d'imposta in corso al 31 dicembre 2007, ai fini del computo del limite massimo della detrazione, si tiene conto anche delle detrazioni fruite negli anni precedenti". Inoltre, il comma 1-bis dell'art. 4 del DI 19 febbraio 2007, introdotto dall'art. 4 del Decreto Interministeriale 7 aprile 2008, ha previsto che per le spese per la climatizzazione invernale consistenti nella prosecuzione di interventi iniziati nel corso del 2007 i soggetti che intendono avvalersi della detrazione devono: - acquisire l'attestato di certificazione energetica, ovvero l'attestato di qualificazione energetica; - trasmettere all'ENEA, entro novanta giorni dalla fine dei lavori, attraverso il sito www.acs.enea.it, disponibile a partire dal 30 aprile 2008, ottenendo ricevuta informatica: 1. i dati contenuti nell'attestato di certificazione energetica, ovvero nell'attestato di qualificazione energetica, avvalendosi dello schema di cui all'allegato A del DI 19 febbraio 2007, prodotto da un tecnico abilitato; 2. la scheda informativa di cui all'allegato E del citato decreto relativa agli interventi realizzati. Il comma 1-quater del medesimo art. 4 del D. I. 19 febbraio 2007 ha precisato che il contribuente che non sia in possesso della suddetta documentazione, in quanto l'intervento è ancora in corso di realizzazione, possa usufruire della detrazione spettante per le spese sostenute in ciascun periodo d'imposta, "a condizione che attesti che i lavori non sono ultimati". Tanto premesso, si ritiene che il contribuente istante possa fruire della detrazione del 55 per cento, ove ricorrano tutte le condizioni richieste dalle norme, già in relazione alle spese sostenute nel 2007 anche se, non essendo ancora ultimati i lavori, non ha ancora completato l’iter procedurale previsto dal richiamato art. 4 del Decreto Interministeriale del 19 febbraio 2007, e successive modificazioni. Si precisa, peraltro, che nel computo del limite massimo della detrazione spettante, previsto dall’art. 1, comma 344 della legge n. 244 del 24 dicembre 2007 (100.000 euro) occorre tener conto cumulativamente delle spese sostenute in anni diversi in relazione al medesimo intervento. Le Direzioni regionali vigileranno affinché le istruzioni fornite e i principi enunciati con la presente risoluzione vengano puntualmente osservati dagli uffici. Per la lettura del testo completo www.agenziaentrate.it archivio risoluzioni Luglio 2008. ... CONTINUA >>>
SAIENERGIA 2008
SAIENERGIA 2008La ditta Fea Srl sarà presente al Saienergia 2008, il salone delle energie rinnovabili e tecnologie a basso consumo per il costruire sostenibile. Questa esposizione che si terrà dal 15 al 18 Ottobre al centro fieristico Bologna Fiere, vede partecipare la nostra azienda tra le numerose presenti per quanto riguarda la produzione di sistemi e componenti per il riscaldamento e condizionamento. Da anni la ditta Fea si impegna nella realizzazione di impianti fotovoltaici e nella costruzione in sede dell’unico collettore solare a garanzia illimitata completamente realizzato in acciaio inox, oltre ai numerosi altri prodotti disponibili per la produzione e il recupero dell’energia. La partecipazione a questo appuntamento molto importante per gli operatori del settore, testimonia un impegno sempre maggiore della Fea sul panorama nazionale ed estero. Per maggiori informazioni:www.saie.bolognafiere.it/saienergia08. ... CONTINUA >>>
Pionieri del risparmio energetico e delle energie rinnovabili
Pionieri del risparmio energetico e delle energie rinnovabiliE’ da oltre trent’anni che la Fea srl, società di Scarnafigi (Cn), si occupa, con professionalità e competenza, di risparmio energetico ed energie rinnovabili. L’attività ha preso avvio nei primi anni sessanta, quando espressioni come risparmio, energie alternative, rispetto dell’ambiente….non erano ancora così diffuse e di moda come oggi: dai primissimi obiettivi, che consistevano nell’impostare razionali tipologie di lavoro, seguendo e assecondando le richieste del mercato e lo sviluppo tecnologico degli impianti, alla produzione di oggi…i passi fatti e i risultati raggiunti sono stati tantissimi. La serietà e professionalità di Fea hanno, infatti, reso possibile lo sviluppo di notevoli capacità tecniche e organizzative, e hanno nel contempo permesso di offrire al mercato lo studio, la progettazione e la realizzazione di impianti atti a soddisfare le esigenze di cui ogni azienda, o complesso residenziale, necessita. Nell’ambito delle energie alternative possiamo annoverare prodotti come pannelli solari termici e fotovoltaici, biogas, recuperatori di calore, pompe di calore, gruppi di assorbimento, gruppi di cogenerazione endotermica e a turbina…che rispondono alle esigenze di un mercato in forte crescita, assecondato anche dalle più recenti leggi finanziarie, che prevedono agevolazioni e sgravi fiscali per la sostituzione di vecchi impianti con altri maggiormente rispondenti ai bisogni dell’ambiente. A tutto questo va aggiunta anche la grande duttilità organizzativa garantita da Fea: le unità operative dislocate in Italia e all'estero e l'esperienza acquisita nelle precedenti realizzazioni consentono di gestire commesse e cantieri in qualunque località senza problemi organizzativi, logistici e gestionali, assicurando il risultato finale in termini di efficienza, rispetto della tempistica e dei costi. Fonte: Il Sole 24 Ore, Sabato 19 Luglio 2008. ... CONTINUA >>>
Nuova campagna pubblicitaria Fea srl
Nuova campagna pubblicitaria Fea srl ... CONTINUA >>>
Impianto fotovoltaico da 233 Kwp in Piemonte
Impianto fotovoltaico da 233 Kwp in PiemonteRecente realizzazione di un impianto solare fotovoltaico in Piemonte nella provincia di Cuneo da 233 Kwp. ... CONTINUA >>>
Avanti Ultimo
 
FEA SRL - PANNELLI SOLARI ED ENERGIE ALTERNATIVE P.IVA 00182340042
Via Saluzzo, 49 - 12030 SCARNAFIGI (CN) - ITALY - Tel. +39.0175.74.134 - Fax +39.0175.74.639
www.feasrl.com - info@feasrl.com